La storia

Vai al nostro vecchio sito

«Dobbiamo produrre giocatori dotati di fantasia e razionalità. I talenti di oggi sono gli eroi di domani. Il talento ha bisogno di essere guidato. A livello giovanile, il domani è più importante dell’oggi» scriveva Richard Roxburgh. Un pensiero sul quale si fonda l’esperienza BrixiAmaTe, basata sulla convinzione che educare sia anche saper amare la capacità dei giovani di mettersi in gioco assieme a dei portatori sani di immaginazione, di competenze e di emozioni positive.

L’esperienza ha avuto inizio nel 2010, quando un gruppo di genitori ha creato un ente del terzo settore accreditato per il «cinque per mille»: l’idea era di costruire diverse opportunità concrete dedicate ai giovani under 20 attraverso alcuni progetti innovativi e sostenibili.

L’evoluzione naturale è stata l’organizzazione di diverse attività culturali, stage, momenti formativi dedicati alle giovani generazioni. Nell’ottica dello sviluppo di un ecosistema sano gli stakeholder del territorio sono stati invitati a collaborare per creare le condizioni utili a sostenere nel lungo periodo la palestra di allenamento del vivaio di talenti under 20 che si è andato a creare negli anni. Un gruppo coeso di vincitori di competizioni nazionali e non solo, di eccellenze nell’ambito delle S.T.E.M.

Di qui la nascita dello spinoff BrixiAmaTe, dedicato all’approfondimento di argomenti superiori di Matematica, con gli Stage di Natale e gli Stage di Pasqua (di cui quella del 2017/2018 è stata la sesta edizione) e dallo scorso agosto anche MatematicamentEstate, una vera e propria vacanza studio che ha coinvolto 54 studenti delle scuole superiori provenienti dalla provincia di Brescia, ma anche dal Trentino Alto Adige, dalla Campania, dall’Emilia Romagna, dal Lazio, dalla Lombardia, dalla Sicilia, dalla Sardegna e dal Veneto.